5 trucchi per individuare il prezzo perfetto

per il tuo alloggio su Airbnb

La scelta del prezzo d’affitto del tuo alloggio è decisiva per il successo sulla piattaforma Airbnb. Devi sceglierlo con attenzione per trovare il mix giusto: non deve essere troppo basso, perché perderesti potenziali guadagni, né troppo alto, perché riceveresti ben poche prenotazioni. Ma come individuare il prezzo di mercato?

Ricorda: il prezzo è un fattore cruciale. Se il tuo calendario è pieno per i prossimi mesi e le prenotazioni fioccano, potrebbe essere segno che stai tenendo un prezzo giornaliero sotto il valore di mercato.

Ipotizziamo ad esempio che tu stia affittando la tua casa a 100 euro a notte per 30 giorni al mese, per una rendita complessiva di 3000 euro. Un tasso di riempimento del 100% lascia supporre che il prezzo è troppo basso. Cosa accadrebbe se lo alzassi a 150 euro a notte? Le prenotazioni passano da 30 a 25 al mese. Se fai due conti però, nonostante il tasso di riempimento sia più basso, la rendita complessiva si alzerebbe a 3750 euro al mese: il 25% di reddito in più per il 17% di lavoro in meno. Non male.

Per evitare errori grossolani, leggi i 5 suggerimenti di Sweetguest per massimizzare i guadagni dagli affitti brevi della tua casa.

  1. Individua il valore reale della casa

Tutti gli Airbnb Host dovrebbero investire del tempo a confrontare il prezzo scelto per la propria casa con altri annunci. Scegli alloggi con caratteristiche simili al tuo, nella tua zona e che offrono la stessa gamma di servizi che offri tu. In questo modo avrai un’idea di quanto i viaggiatori sono disposti a spendere per offerte simili alla tua e potrai adeguarti.

  1. Offri servizi aggiuntivi

Un trucco per aumentare il prezzo rispetto ad alloggi simili al tuo nella tua zona è offrire servizi aggiuntivi. Un esempio? La possibilità di fare il check-in H24, oppure il trasporto da e verso l’aeroporto, l’occorrente per la colazione (anche gluten free e vegana), culla e fasciatoio per i neonati, kit per la doccia e tutto quello che potrebbe fare la differenza. Chi si mette in viaggio vuole portare con sé meno cose possibili: trovarle all’arrivo nel tuo alloggio potrebbe farti preferire a molti altri host.

  1. Gioca con il prezzo

Se vuoi vincere su Airbnb non aver paura a sperimentare con i prezzi. All’inizio, quando non hai recensioni all’attivo, una buona strategia è quella di tenere il prezzo basso: è un’esca golosa che fa sorvolare sull’assenza di feedback positivi (spesso decisivi nella scelta di un alloggio). Una volta ottenute almeno 5 recensioni positive, potrai iniziare ad aumentare lentamente il prezzo e a portarlo in linea con quello di mercato.

Leggi qui per scoprire come ottenere recensioni a 5 stelle su Airbnb.

  1. Fai attenzione a weekend o eventi

Una buona strategia per incrementare i propri guadagni su Airbnb è impostare dei prezzi più alti per i weekend o in occasione di eventi speciali, ponti o festività. Un esempio? Una competizione sportiva, una manifestazione religiosa, i mercatini di Natale, la settimana della moda e tutto ciò che potrebbe attirare turisti nella tua città. Sono giorni in cui c’è un numero maggiore di persone in viaggio, rispetto a quelli infrasettimanali o lavorativi. Pertanto, la domanda di affitti brevi è più alta e i turisti sono disposti a pagare di più pur di prenotare un alloggio. Un consiglio? Imposta in anticipo il prezzo giornaliero più alto per tali occasioni, perché in questi casi i viaggiatori hanno l’abitudine di prenotare mesi prima.

  1. Scegli i servizi professionali di Sweetguest

Se stai cercando un modo intelligente per determinare il prezzo del tuo alloggio su Airbnb e massimizzare i tuoi guadagni, affidati a noi. Abbiamo messo a punto un software, lo Sweetguest Booking Booster che, grazie all’analisi comparativa degli annunci della piattaforma, individua fin da subito il prezzo corretto per il tuo alloggio. Non sarà necessaria nessuna sperimentazione (o perdita di potenziali guadagni). Grazie a noi potrai guadagnare il massimo fin dal primo annuncio. Contattaci, è gratis. Per saperne di più, clicca qui.