Un’intera nazione in affitto su Airbnb

Accade in Svezia

La Svezia offre l’intero Paese su Airbnb. Non è uno scherzo, ma l’iniziativa che l’ente del turismo svedese ha ideato in partnership con la piattaforma di affitti brevi per promuovere le bellezze paesaggistiche del Paese: «È una collaborazione unica nel suo genere che potrebbe essere replicata da altri Paesi», secondo James McClure, General Manager di Airbnb per l’Europa.

La Svezia si mette in affitto su Airbnb

Immagina di poter affittare un appartamento di ben 173 mila miglia quadrate! È questa l’estensione della Svezia, il primo Paese a utilizzare Airbnb, leader tra i siti per affitti brevi al mondo, per promuovere tutte le sue bellezze nazionali con l’iniziativa Visit Sweden. La foresta Rustic Retreat, la spiaggia sull’isola di Vendelsö, la Rocky Island nello Stockholm Archipelago, sono alcuni dei paradisi naturali che vengono descritti con dovizia di particolari sulla piattaforma:

«Da noi c’è quella che chiamiamo la libertà di vagabondare per il Paese, ovvero il diritto di dormire, mangiare e camminare ovunque si voglia», si legge nel video realizzato per promuovere l’iniziativa sul web.

svezia

Svezia e Airbnb: una partnership mai vista prima

L’iniziativa nasce da un’idea di Visit Sweden, l’ente ufficiale per il turismo svedese ed è realizzata in collaborazione con Forsman & Bodenfors, agenzia pubblicitaria di successo con sede a Göteborg. La partnership, che unisce un ufficio turistico nazionale e Airbnb, è unica nel suo genere e scommettiamo che sarà una trovata che saprà attrarre l’attenzione dei viaggiatori di oggi. Il turista che sta organizzando il suo trip in Svezia infatti può utilizzare la piattaforma non solo per ricercare l’alloggio ideale, ma anche per conoscere i luoghi più amati del Paese.

svezia

Chi seguirà l’esempio della Svezia?

A seguito dell’iniziativa svedese, migliaia di utenti si sono riversati sulla piattaforma per conoscere i luoghi più belli della nazione. Questa trovata di successo spingerà altri Paesi a fare lo stesso? Gli analisti pensano di sì e scommettono tra di loro su quale sarà la prossima nazione a sfruttare questo promettente canale. Chiunque vorrà farlo, dovrà essere all’altezza della  campagna di promozione svedese, che ha saputo miscelare sapientemente la bellezza dei luoghi con l’ironia:

«La Svezia non ha una torre Eiffel. Non ci sono cascate del Niagara o Big Ben. Non c’è neanche una piccola Sfinge. La Svezia però ha qualcosa di diverso: la libertà di girovagare. Questo è il nostro monumento».