Vendi casa?

Ecco 4 ostacoli in cui puoi incappare

Hai una seconda casa che ti comporta costi e hai deciso di venderla. Ma quali sono le difficoltà in cui ti imbatterai? Vendere non è un’incombenza che si risolve su due piedi. Non basta mettere il cartello “vendesi” fuori la porta e aspettare le richieste d’acquisto: occorre investirci tempo, energie e attenzione. Se non agisci con criterio, infatti, la vendita di una casa può trasformarsi in un vero incubo. Vediamo i 4 ostacoli più frequenti che puoi incontrare sul tuo cammino durante la vendita di un immobile

Troppa concorrenza

Il mercato oggi sta attraversando una fase caratterizzata da un’offerta molto alta, che ha causato un abbassamento dei prezzi. C’è molta concorrenza e poche persone interessate a comprare. Per tanto, se non adotti strategie ad hoc per emergere tra le tantissime offerte, il tuo immobile potrebbe restare invenduto a lungo. E una proprietà che risulta in vendita da molto tempo diventa meno appetibile agli occhi dei potenziali acquirenti.

Individuare il prezzo di vendita appropriato

Non è semplice fare una corretta valutazione della proprietà così da definire il prezzo di vendita. Eppure individuare una cifra adeguata è uno degli elementi più importanti affinché trovi un acquirente interessato in tempi ragionevoli. Sono tanti i fattori che devi considerare come la zona, la metratura, gli accessori, l’età dell’immobile, la classe energetica (per citarne solo alcuni). Senza contare che, come abbiamo anticipato,  l’offerta di immobili troppo alta, comporta un abbassamento dei prezzi. E potresti ritrovarti a vendere ad importo inferiore a quello a cui hai acquistato. D’altro canto, se insisti con una cifra troppo alta (e quindi “fuori mercato”), potresti aspettare a lungo prima di trovare qualcuno disposto ad acquistare il tuo immobile.

Tempi lunghi

Aspettare sì, ma quanto? Non c’è un calendario che indica con certezza quanto tempo puoi impiegare per vendere la tua casa. I fattori in gioco, come abbiamo detto, sono tanti. Puoi essere fortunato e riuscirci in 30 giorni, oppure vedere la tua proprietà invenduta per anni. Gli analisti del settore hanno individuato delle medie: se il tuo immobile è localizzato in una grande città, impiegherai circa 172 giorni a venderla, molto di più se si trova in periferia. Dove serve più tempo? Il triste primato va a città come Bari, Torino e Genova che registrano picchi molto alti, rispettivamente 207, 185 e 181 giorni. Ribadendo che non esiste la bacchetta magica per fare delle previsioni certe, la media si aggira dunque intorno ai 7/8 mesi.

Affidarsi al professionista sbagliato

Se preferisci rivolgerti ad un agente immobiliare per la vendita del tuo appartamento, bisogna che fai attenzione alle sue credenziali. Affidarti ad un professionista è di sicuro una mossa indovinata, ma accertati che si tratti davvero di una persona competente, e non di un dilettante che si sta improvvisando. Una persona con esperienza saprà mettere in campo le migliori strategie di marketing per valorizzare il tuo immobile e accelerare il processo di vendita. Prima di scegliere l’agente immobiliare, verifica se è effettivamente iscritto al REA, Repertorio Economico Amministrativo della Camera di Commercio, con la qualifica opportuna. Basta una visura camerale per verificare se si tratta di un professionista o di un abusivo.

SweetGuest

Affittare è meglio che vendere

Tutti questi ostacoli hanno spinto molti a dedicarsi al business degli affitti brevi, al posto di vendere i propri immobili. È una soluzione che ti permette non solo di sostenere i costi di una seconda casa, ma anche di realizzare un discreto guadagno con cui integrare il reddito e migliorare il tuo tenore di vita. Soprattutto se il tuo immobile si trova in zone di interesse turistico, o importanti per gli affari di professionisti e lavoratori, vicino a poli universitari, o strutture ospedaliere. In tal caso, gli affitti brevi si traducono in un’imperdibile opportunità di guadagno, anche superiore rispetto alla locazione di lunga durata. Potrai infatti mettere a reddito la tua proprietà ad un prezzo giornaliero più alto e aumentarlo ulteriormente in occasione di eventi o alta stagione.

Non vendere, affitta con SweetGuest

La gestione degli affitti brevi su Airbnb richiede tempo ed energie. Se non ne hai a sufficienza, nessun problema. Non rinunciare ai tuoi potenziali guadagni, né al tuo immobile. Affidati a noi di SweetGuest. Ci occuperemo delle tue prenotazioni, accoglieremo i tuoi ospiti in sei lingue, offrendo un’assistenza continua, provvederemo al check in/out e alla pulizia di fine soggiorno. Clicca qui per scoprire tutti i nostri servizi professionali pensati su misura per te. Così potrai guadagnare da subito e senza stress.